Cisti sinoviale L4-L5 destra

Presentazione clinica

Giunge alla nostra osservazione un paziente di 49 anni che lamenta mal di schiena da due mesi, caratterizzato da un dolore irradiato alla coscia e gamba destra, cui si associa una riduzione della forza del piede destro. La risonanza magnetica mostra la presenza di una cisti sinoviale a livello della quarta e quinta vertebra lombare con compressione di una radice nervosa (L5 di destra).

Esame obiettivo neurologico

É presente un deficit di forza moderato della flessione dorsale del piede destro e una riduzione di sensibilità nel territorio L5 a destra. Il segno di Lasègue è positiva a destra. Alla palpazione dei processi spinosi a livello L4 ed L5 riferisce intenso dolore lombare. 

Intervento chirurgico

La presenza di una cisti che origina dalla sinovia dell’articolazione interapofisaria (l’articolazione che unisce le vertebre) è segno di instabilità e necessita pertanto di una stabilizzazione. Pertanto l’intervento chirurgico ha come obiettivo non solo la decompressione della radice nervosa coinvolta, bensì anche la stabilizzazione del segmento vertebrale in esame.

La stabilizzazione si esegue convenzionalmente impiegando viti transpeduncolari connesse da barre in titanio. In questo caso particolare è stata ottenuta mediante un sistema meno invasivo che prevede l’osteosintesi delle faccette articolari con 2 viti (vedi video).

Decorso postoperatorio

Il paziente si mobilizza fuori dal letto in prima giornata postoperatoria indossando un busto stoffa e stecche. Dimissione in seconda giornata postoperatoria.